Breve storia del Rock 'n' Roll












La più brutale, sgraziata, disperata e viziosa forma di espressione che abbia avuto la sfortuna di sentire. Frank Sinatra. (Rock 'n Roll: The most brutal, ugly, desperate, vicious form of expression it has been my misfortune to hear).

Ogni anno viene composta una manciata di canzoni memorabili, che si ascoltano con piacere anche molto tempo dopo. Ma l'industria discografica ha bisogno di lanciare sempre nuovi prodotti e così molte belle canzoni finiscono nel dimenticatoio. Tuttavia, dato che gl'ipod hanno ormai memorie insaziabili, ecco qualcosa da dargli in pasto.

Queste pagine vogliono ricordare le canzoni rock che sono ascoltabili ancora oggi, selezionandole sia tra i successi popolari, sia tra quelle che non entrarono mai in classifica. Tanto, per fare una bella compilescion, vanno bene lo stesso.

Per dare un'idea delle atmosfere del tempo, vengono citati anche alcuni film dell'epoca, a patto che siano guardabili ancora oggi. Con quello che propina la televisione, sarebbe un peccato dimenticarli.

Questa storia del rock è in fase di compilazione. Quando posso, aggiungo delle pagine nuove o integro quelle già pubblicate con personaggi o canzoni che mi ero dimenticato di inserire. Di solito nella homepage del sito indico l'ultima pagina aggiunta.

Nota

Il termine "Rock 'n' Roll" viene qui usato nella sua accezione estesa, comprendente tutto il genere musicale (cfr. It's only rock 'n' roll, but I like it - The Rolling Stones) e non soltanto il primo periodo del genere (1953-1963), come di solito viene inteso in Italia. L'anno attribuito alle canzoni è quello della pubblicazione, a meno che non sia stato ricavato da "Billboard", nel qual caso è l'anno di maggiore successo.

Inevitabilmente, l'elenco riflette il mio gusto personale. Per esempio l'heavy metal e il rap, che non mi piacciono, non sono trattati. Così come molti cantanti popolari americani, quelli che cantano con la voce sotto sforzo, come se si trovassero al culmine dell'evacuazione. Questa limitazione ha un lato positivo: una volta appurato che i miei gusti non gli piacciono, il lettore non perde tempo a consultare le altre pagine del sito.

E, per smentire quelli che pensano che sono solo un vecchio (vero) nostalgico, incapace di apprezzare le novità recenti, voglio segnalare una garage band appena nata, divenuta mansard band per evitare l'umidità, che ancora conoscono in pochi, ma che merita il successo. Si tratta delle Basse Frequenze, un duo rock, di sonorità Blackeysiana, che, se vi capita di passare da Catania, potete ascoltare dal vivo.

Inizia la lettura


Pubblicato il 9 gennaio 2009; ultima modifica il 13 gennaio 2015.

Nel 2015 ci sono stati accessi al sito
e la Storia del Rock è stata visitata volte.