Senza le donne l'Italia sarebbe più povera e più ingiusta, ma non ci sarebbero dubbi sul buco dal quale sono usciti tutti st'italiani.

è l'ultimo twit scritto, sotto l'alias cautelativo di @salvoerrori.

Questo sito parla di moto, di rock 'n' roll, di Atlantide e di energie rinnovabili.

Oltre a queste cose, di cui potete leggere cliccando a lato, il blog riporta i progressi che la scienza compie ogni qual volta chiacchiero a mensa coi colleghi.

Di recente ho deciso di rendere nota una mezza scoperta che feci una decina d'anni fa. È quella di un presunto faro fenicio, nei pressi di Palermo. Se qualcuno dovesse fare l'altra mezza, me lo faccia sapere che la pubblichiamo.

Ultima pagina pubblicata

__________________________________

Un'inspiegabile crisi italiana.

C’era una volta un parrucchiere molto bravo nel taglio, che aveva però un lavorante non altrettanto abile. Tra le donne era molto in voga, anche se alcune di loro non avevano il coraggio di chiedere che il taglio lo facesse il titolare.

Un giorno il parrucchiere si ritirò ed il negozio venne rilevato dal lavorante. Ma, poco a poco, la bottega andò in crisi perché le clienti presero a frequentarlo sempre meno. Sull’orlo del fallimento, il nuovo titolare chiese consiglio a tre valenti economisti, che espressero i loro illuminati pareri.



Il primo disse che era un problema di liquidità: le banche non prestavano al parrucchiere abbastanza da permettergli di continuare l’attività. Il secondo disse che bisognava incentivare la domanda: le donne non avevano i soldi per farsi la messa in piega. Il terzo, infine, che occorreva attrarre capitali stranieri da investire nella parruccheria italiana.

I politici, molto attenti al parere dei tre economisti, presero le misure richieste. La BCE avviò il programma Tltro che permise al parrucchiere di ottenere diecimila euro di prestito, ad ogni donna vennero dati ottanta euro da spendere a piacere e, invogliato all'abolizione dell'art. 18, un investitore straniero rilevò il 50 % del negozio.

Ma, inspiegabilmente, dopo sei mesi, il parrucchiere fallì.


Ultima modifica il 25 dicembre 2014.

Nel 2014 ci sono stati accessi al sito,
questa pagina è stata visitata volte.